martedì , Novembre 12 2019

Amministratore

Michael Lunardini

Introduzione.

Michael Lunardini nasce a Sarzana, in provincia di La Spezia, il 24 Aprile del 1993. Attualmente, svolge l’attività di Freelance, nel settore Informatico. Nutre numerosi interessi, tra cui spicca la Filosofia. In quest’ultima, condivide la filosofia dettata dal Relativismo. Membro di alcune società ad alto quoziente intellettivo, inclusa la “World Genius Directory”; il suddetto punteggio medio supera i 165 (Deviazione standard 15), a differenza del valore apice, il quale converge con i 174 punti (Deviazione standard 15). Poliedrico e bizzarro, auspica che le proprie riflessioni, possano implementare una prospettica esistenziale migliore.

Biografia generale.

Fin da bambino, Michael, si mostra estremamente curioso. Inizia a leggere precocemente, trasformando la lettura in una, vera e propria, passione. Durante il percorso scolastico elementare, usualmente, era solito leggere, almeno un libro al giorno. Purtroppo, pochi anni dopo, perse la suddetta attitudine, riponendo l’interesse. Inizia però, a dedicarsi al mondo dell’Informatica, mostrando estremo entusiasmo. La sua predisposizione all’iper-focus gli permise di divenire, in tempi celeri, discretamente abile; perfino in settori più ardui. Successivamente, riconciliando il vecchio ricordo della lettura, approfondirà la tecnica, mediante un cospicuo quantitativo di riviste digitali. Tra di esse, “Hacker Journal”, attraverso cui consolidò l’interesse per il mondo della sicurezza informatica, e l’annesso Hacking.

Gli interessi primari.

Tralasciando la Filosofia, e l’Astrofisica, i suoi interessi spaziano ingentemente perfino in altri settori. Dall’arte, alla Psicometria, Michael si contraddistingue per interessi, prevalentemente, intellettuali. Tra di essi, spiccano: le Neuroscienze; la Psicologia cognitiva; la CyberSecurity; lo sviluppo personale; la Psichiatria; l’esplorazione; e la natura. Ulteriori interessi sono: la Poesia; la Fisica; la Matematica; la Psicologia; lo Sport; la Pittura; la Meditazione; le tecniche di rilassamento; viaggiare; il Potenziamento Cognitivo; la musica; le investigazioni; dormire; i contesti stimolanti; le metropoli; la vita notturna; la quiete; la solitudine; la produttività; la serietà; e l’indipendenza.

L’orientamento Filosofico.

Michael, si definisce un relativista; egli non possiede riferimenti, e considera dubbia, perfino la propria esistenza. Analizza la realtà, mediante un approccio, pressochè interamente, scientifico. In ciò, concilia fortemente la passione per le Neuroscienze; attraverso cui, tenta di assiomatizzare le fondamenta, sulle quali virtualizzarsi concettualmente. Una determinazione dalla peculiarità Nichilista, la quale non è esente da, ingenti, effetti collaterali.